sabato 3 gennaio 2015

RECENSIONE ESSICCATORE "BEPER"




Ed eccomi qui, come promesso tempo fa su Facebook, a recensire un prodotto (anzi due) che per chi si avvicina al crudismo è davvero una manna...l'ESSICCATORE!!!
Devo ammettere che in commercio ce ne sono di vario tipo ma, essendo una mamma che deve stare attenta al budget, devo guardare anche il lato economico.
E' anche vero, come recita il detto che "...chi più spende, meno spende..." ma fino ad ora ho speso bene pur facendo economia e allora...perchè non recensire nel mio piccolo angolo anche gli elettrodomestici e/o prodotti che acquisto, e che possono essere d'aiuto a tante persone?
Molto spesso il passaparola, in base alle proprie esperienze, è molto utile e conveniente.

Era da molto...molto tempo che riflettevo sull'acquisto di un essiccatore e non sapevo proprio dove andare a parare; ammetto che questo essiccatore l'ho comprato su Amazon e questo mi ha aiutato per quanto riguarda  la visione delle recensioni e potermi fare un'idea sull'acquisto! Ma.........AIUTO!!! Tutti parlavano di essiccazione di frutta e funghi e nessuno menzionava minimamente dei crackers crudisti, o della pizza crudista, o addirittura dei biscotti crudisti, e via di seguito...
Alla fine mi sono decisa e mi sono detta "...di necessità virtù...", quindi sicuramente avrei trovato il modo di poter produrre tutto quello che trovo in giro per il web...o quasi ;)
Devo ammettere che, gentilmente e con la sua disponibilità, Sara Cargnello http://blog.missvanilla.it mi ha dato una dritta per quanto riguarda la produzione dei crackers raw..........basta semplicemente mettere alla base di ogni cestello della carta da forno, che abbia la forma circolare come i cestelli del Beper o di un altro essiccatore circolare.
Quindi ho inviato a produrre crakers e chips di ogni tipo ^_^

Ma passiamo all'essiccatore in questione!!!
E' circolare, con ripiani in verticale che hanno un foro centrale per la circolazione dell'aria calda; la pulizia è semplicissima perché basta un panno leggermente umido per pulire sia cestelli che la base.
E' dotato di una spia d'accensione e di un termostato che regola la temperatura o meglio, regola l'intensità del calore della resistenza.
Una cosa che ho notato con questo modello è che i tempi di essiccazione vanno prolungati di un'ora o due a seconda di quanta acqua contengono i vostri prodotti.
La temperatura va da un minimo di 35° a un massimo di 70°, quindi per chi si ciba di alimenti crudi può stare tranquillo ed essiccare ad una temperatura di 40° ( certo come detto prima, l'essiccazione va prolungata un pochino).
Il suo consumo è di 245watts, ma informandomi sul web mi hanno riferito che consuma quanto una lampadina...non credo di sbagliarmi, anche perché la mia bolletta della luce per ora non è ancora aumentata (governo a parte)!!!

Per chi è alle prime armi come me, con questi elettrodomestici, lo consiglio caldamente. E' silenzioso. consuma poco e vi permette di sperimentare ;)

E non posso non consigliarvi anche il libro che è ben visibile nella foto!
Trovate un sacco di ricette e spunti per poter "sfruttare" al meglio il vostro essiccatore!
Un libro dove spiega l'ABC dell'essiccazione con i metodi di conservazione e le tabelle sui tempi di essiccazione della frutta e della verdura; per poi proseguire con le preparazioni base, antipasti, primi piatti, secondi, spezzafame, dolci e....un paragrafo con le ricette degli Chef!!!
Certe ricette non sono vegane o crudiste, ma si possono tranquillamente omettere gli ingredienti di origine animale, del resto...quanti di noi non lo fanno con quelle belle ricettine troviamo in riviste o blog e che poi prontamente stravolgiamo?!  ;)

Spero vivamente che questo post possa esservi stato d'aiuto, sia sull'acquisto dell'essiccatore che sull'acquisto del libro ^_^

A presto...BaLù

P.s metto l'accento così la gente che mi conosce lo pronuncia nel modo giusto :D

7 commenti:

  1. ciao, nell'articolo complimenti ! Anch'io ho usato un essiccatore simile al tuo tempo fa... purtroppo poi con il tempo i cestelli si sono praticamente "fusi" ( si erano inclinati alcuni piani con il calore) . Quindi consiglio spassionato é non farlo girare di notte ma stargli , come dire, un po' dietro di giorno! buone ricette!!! A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eduardo!!!
      Per ora non mi si è fuso alcun cestello...tendo una temperatura a 42°.
      Presterò attenzione e...speriamo bene! ^_^

      Elimina
  2. Ciao Ba Lu, recensione utilissima la tua.. mi stavo proprio chiedendo se potesse fare al caso mio, visto che ne ho trovato uno come questo in offerta! L'unico dubbio era quello di acquistare un buon essiccatore durevole, perchè non sono molto per l'usa e getta.. e nello stesso tempo, come te, devo tener conto del portafoglio.. detto questo, sto leggendo parecchi pareri favorevoli, quindi credo mi lancerò con questo essiccatore!!!
    Grazie un bacione Lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy
      posso dirti che io ce l'ho da tre mesi ed è posizionato su di una sedia in cucina, perchè non ho spazio.
      Quindi ci passano gli elfi e tutti i componenti della family e tiene alla grandissima.
      Eduardo nel commento sopra mi ha detto di uno scioglimento dei cestelli, però credo dipenda dal tipo di temperatura che usi..se stai sui 45°, che è la temperatura crudista, non penso ci siano problemi. Certo i tempi di essiccazione saranno più lunghi, ma ne vale la pena!! ^_^

      Elimina
  3. Ciao,

    io ho preso un essiccatore tauro essiccatori e non riesco più a farne a meno. Si,loso forse ho esagerato e ho preso un modello super ma adesso che arriva l'inverno essiccarmi la verdura o altre cosette è diventata quasi un ossessione compulsiva :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anch'io adesso ho un Tauro, il modello base. Uso tutti e due quando devo produrre grandi quantità.
      Diciamo che questo modello base, per chi deve iniziare senza spendere molto, può andare bene. Non permette di fare le sfoglie, ma come inizio può andare ;)

      Elimina
  4. Ciao Ba Lu, dopo aver letto la tua recensione sono andata a comprarlo. Purtroppo non hai detto che ognii piano ha un buco in mezzo e un rialzo! così non è possibile fare crackers, pizze o qualsiasi preparazione che richieda un piano liscio! peccato non capisco che bisogno c'era di ridurre il piano cottura in questo modo con questi buci centrale! mah spero di riuscirlo a cambiare...peccato per il resto era tutto ok ��

    RispondiElimina